“Il mondo nasce per ognun che nasce al mondo”

Premiati 2007

CATEGORIA "MIGLIOR ORGANIZZAZIONE PUBBLICA"

RETE MUSEALE MUSEI PICENI

I comuni di Offida, Ripatransone, Montefiore dell'Aso e Monterubbiano hanno sottoscritto nel 2003 un accordo di programma che ha visto la realizzazione del circuito museale: museipiceni.it.
Grazie agli investimenti strutturali realizzati con il coofinanziamento della Comunità Europea nell'ambito dei fondi ob2 mis 3.2.1, i quattro poli museali hanno adeguato le strutture agli standard ministeriali. Il 23 settembre 2007 s'inaugura il 4 polo museale di Monterubbiano concludendo la prima fase di ristrutturazione e riallestimento dei contenitori museali.
Oggi questa realtà museale interterritoriale è occupata nell'attività di gestione e di organizzazione della rete perseguendo il percorso metodologico attivato dall'accordo di programma tra le amministrazioni, affidando al Museo il ruolo di protagonista quale strumento di sviluppo culturale del territorio. Come già indicato dall'Icom Italia "assegnando ai musei la funzione essenziale di presidio territoriale, diramato e diffuso, in grado di integrare conoscenza, salvaguardia e comunicazione del patrimonio culturale presente non solo all’interno del museo, ma del proprio territorio di riferimento".
Da questo fondamentale presupposto, Museipiceni intende affidare al museo non più il significato di luogo di conservazione passiva del patrimonio, quanto invece d'istituzione al servizio del pubblico in un rapporto partecipato e comunitario con la collettività, punto d'incontro delle diversità in quanto luoghi accessibili ed accoglienti
Sono 3 le parole chiave che connotano museipiceni.it: servizio, accesso, divulgazione, vocaboli che sottintendono concetti rispondenti all'intento progettuale di "fare del museo un luogo pubblico per eccellenza".
Si sta lavorando per creare una rete museale senza barriere, né fisiche né psicologiche, al fine dei dare una proposta culturale pienamente accessibile a livello di strutture, comprensibile nei contenuti ed adeguata alle esigenze dei diversi pubblici, in particolare presso i bambini ed i disabili.
Il nostro slogan, "D(I)RITTO ALL’ARTE", concettualizza la combinazione tra una garanzia di piena fruibilità (diritto) e l'idea di immediatezza propria della fruizione, nell’incontro con l’arte (dritto), tra valore sociale e componente ludica.
Antonella Nonnis
Amministratore della società "Progetto Zenone"
Via Murri 32
Tel. 0735 594620 Fax 0735 579371
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


CATEGORIA "MIGLIOR PERCORSO PLURISENSORIALE"

 IL PARCO DELLA CITTADELLA del Comune di Ancona

Realizzazione di percorso sensoriale per ipovedenti e non vedenti nel parco pubblico Cittadella ad Ancona.
Periodo di avvio: inaugurazione avvenuta nel marzo 2006.
Questo progetto è finalizzato alla fruizione del parco pubblico da parte di portatori di handicap minorati visivi e rappresenta il primo esempio del genere nel territorio comunale, nonché uno dei pochi in Italia (ad esempio l' Orto Botanico di Padova). Sostanzialmente, l’intervento consiste nella realizzazione di un percorso che, grazie all’impiego di specifici accorgimenti e materiali, guida il minorato visivo attraverso il parco e verso zone sosta appositamente attrezzate. L'utilizzo di adeguate specie vegetali è l’elemento fondamentale e caratterizzante del percorso, in quanto il visitatore verrà stimolato da percezioni sensoriali quali l'olfatto e il tatto.
Nel dettaglio, il percorso "guida" il minorato visivo con l'ausilio di corrimano e cordoli laterali in legno. Il visitatore si avvale di una serie di segnalazioni che utilizzano codici "a pavimento" e tabelle esplicative:
1. i codici a pavimento sono costituiti da diversi materiali lungo il percorso pedonale, come ciottoli e legno. Questi informano il minorato visivo della presenza di targhette informative e della prossimità di aree di sosta e servizi.
2. Le tabelle esplicative consistono in:
• Mappe Tattili: tabelle che riportano l'intero percorso o parti di esso in rilievo, quindi percepibili al tatto e funzionali all'orientamento e percezione di insieme di parco e percorso
• Targhette informative: piccole targhe in alluminio fissate direttamente sul corrimano che informano sulla presenza di aree di sosta, servizi e quant'altro.
Tutte le informazioni sono disponibili sia in scrittura alfabetica che in caratteri Braille.
L'utilizzo di adeguate specie vegetali è l'elemento fondamentale e caratterizzante del percorso sensoriale. L'obiettivo è quello di fornire un momento ricreativo che non si esaurisca nella mera "percorribilità" del sentiero.
I profumi e le caratteristiche tattili della vegetazione dovranno fornire la percezione del parco ad utenti che, essendo privi della vista, devono essere stimolati da percezioni sensoriali quali l'olfatto e il tatto. Pertanto gli stimoli tattili saranno forniti da foglie, fiori e bacche, quelli olfattivi dalle fioriture o dalle specie aromatiche.
A tale scopo sono stati posti a dimora molti nuovi arbusti aromatici, scelti per le loro caratteristiche peculiari quali profumo di fiori e foglie, consistenza e forma delle foglie, quali rosmarino, lavanda, cedrina, elicriso, mirto, caprifoglio, buddleia, lillà, lentisco, etc., opportunamente tabellate in caratteri alfabetici e Braille.

CATEGORIA "MIGLIOR SERVIZIO MEDIA E/O COMUNICAZIONE"

 DVD “LA GRANDE LUCE

In questa categoria la Giuria ha voluto segnalare il Comune di Piegaro (PG) con il progetto "Digital Divide".

"La grande luce" è il titolo del filmato multimediale realizzato da Gabrio Marinelli per il "Museo Tattile Statale Omero" di Ancona, realtà unica nel suo genere.
Le musiche che fanno da tema portante all'intero lavoro sono state appositamente scritte dal compositore anconetano Fausto Farroni ed i testi, scritti in collaborazione con Stefania Zolotti, interpretati dalla voce di Luca Violini.
Il DVD ha nel menù la possibilità di scegliere il filmato commentato e descritto, così come avviene per le trasmissioni televisive e per l'homevideo rivolto ai non vedenti.
È con questo lavoro, volto alle esigenze di un pubblico dedicato e realizzato attraverso la combinazione tra linguaggio parlato ed immagine descritta, che il "Museo Omero" ha scelto di comunicare la propria identità.
Non solo luogo d'arte e di cultura ma anche centro di emozioni. Il titolo "La grande luce" assume così significato e valore più ampi: la possibilità di accostare le esperienze attraverso un tracciato più intimo, andando oltre ciò che generalmente definiamo reale in quanto tangibile.

CATEGORIA "MIGLIOR ASSOCIAZIONE"

MUSEO PIETRAIA DEI POETI di San Benedetto del Tronto

Per questa categoria la Giuria ha voluto segnalare: Percorso tattile di zoologia nel Museo di Storia Naturale dell’Accademia dei Fisiocritici di Siena; Centro Studi sul Quaternario con "Toccare il passato" di Arezzo;

CATEGORIA "MIGLIOR PROGETTO IMPRENDITORIALE/IMPRESA"

EDIZIONI ANGOLO MANZONI CON LIBRI A GRANDI CARATTERI di Torino

Per questa categoria la Giuria ha voluto segnalare l'impresa "Deimos Engineering" con il sistema "Sesamonet" (SEcure and SAfe MObility NETwork)

CATEGORIA "MIGLIOR STRUTTURA RICETTIVA E DI RISTORAZIONE"

HOTEL MICHELACCI di Senigallia

Menzione speciale per l'Hotel Michelacci, il primo hotel, in fase di realizzazione, interamente accessibile ai non vedenti. La struttura sarà indirizzata ai non  vedenti, ma l'hotel sarà comunque aperto a tutti. Ci sarà attenzione perché nessun ospite si trovi spaesato, ma a seconda dei materiali scelti e una legenda fornita, si sia sempre in grado di stabilire l'esatta collocazione dell’entrata, della sala e la scala che porta alle camere.
I menù saranno rigorosamente in Braille e in ogni stanza verrà raccontato il territorio dove saranno indicati percorsi nel parco ed escursioni, guidate e non.
Alle 20 camere pronte a fine settembre verranno aggiunte altre 30 entro il 2008 . Verranno inoltre fornite sale per formazione ad una professione che rispetti la dignità di ogni persona. Una sensibilità al turismo sociale sia indispensabile per il futuro del turismo.

joomla wellnessLorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s...