“Il mondo nasce per ognun che nasce al mondo”

Premiati 2008

CATEGORIA “MIGLIOR IMPRENDITORE”

Bagno Giulia 85: Spiaggia liberATutti

Il Bagno Giulia 85 è il primo stabilimento entrato a far parte del progetto provinciale sul turismo sostenibile "Agenda 21", sul risparmio delle risorse e l'utilizzo di tecnologie innovative e sostenibili. Il nostro stabilimento, dal 2003 ad oggi, si è occupato della realizzazione di "SpiaggialiberAtutti".
 
Lo stabilimento si è posto come "pilota" nell'ambito dell'accessibilità delle strutture balneari. L'obiettivo è che tutti gli ospiti possano trovare risposta soddisfacente ai propri bisogni, senza dover dipendere dalla continua assistenza di un accompagnatore, concedendo a ciascuno la libertà di vivere pienamente ed in autonomia la propria vacanza.
 
Questo ci ha valso la certificazione ISO 14001 per gestione ambientale.
 
Il Bagno Giulia 85 ha realizzato le seguenti azioni per favorire l’accessibilità:
 •abbattimento delle barriere architettoniche e realizzazione di percorsi e mappe tattili;
 •realizzazione di cabine con servizi igienici accessibili, doccia calda accessibile e attrezzata con gli ausili;
 •spogliatoio accessibile;
 •passerella fissa di collegamento tra servizi e spiaggia con rotatoria in riva al mare realizzate con materiali ecocompatibili con prolungamento fino all’acqua attraverso passerella mobile;
 •punto di scambio laterale per permettere il passaggio dalla carrozzina alle sedie a sdraio galleggianti;
 •prolungamento della passerella fissa per raggiungere i lettini o punti di sosta sulla sabbia;
 •canoa doppia antiribaltamento;
 •carrozzine job;
 •lettini più alti per favorire la seduta con cuscini anticervicale;
 • percorso europeo con pavimentazione speciale dall'ingresso alla reception dove una mappa Braille spiega tutti i servizi offerti.
 
www.bagnogiulia85.com


CATEGORIA “MIGLIOR ASSOCIAZIONE”

Centro Regionale Ausili: Progetto del Polo multifunzionale Corte Roncati - Bologna

Realizzazione del "Polo di Corte Roncati" dedicato alla riabilitazione delle disabilità dell'età evolutiva e alla ricerca e diffusione di ausili per la riabilitazione . Il Polo collega in rete più centri ad elevata competenza e specializzazione considerando l’integrazione tra servizi e la strategia più efficace per favorire l'integrazione della persona disabile. Il "Polo di Corte Roncati" vuole essere un luogo di integrazione fra servizi specialistici, istituzioni pubbliche e private, territorio, ospedale e università per offrire alle persone disabili e alle famiglie percorsi orientati ad una migliore qualità della vita.

 
CATEGORIA “MIGLIOR ENTE PUBBLICO"

 

Provincia Autonoma di Trento: progetto MuoverSi

Provincia di Pescara: creazione "Primo distretto italiano dell'Accessibiltà Universale" 

Realizzazione di un sistema di trasporto e accompagnamento per non vedenti, ipovedenti e altri portatori di minorazione.
 
www.sociale.provincia.tn.it

Provincia di Pescara: primo distretto italiano dell'Accessibilità Universale
Le principali azioni:

 •realizzazione di 2 percorsi formativi sull’accessibilità universale riguardante il sistema turistico;
 •organizzazione della prima mostra per non vedenti intitolata "Vietato non toccare", ed altre azioni volte alla sensibilizzazione sul tema dell'accessibilità;
 •progetto per l'impiego di volontari in "Servizio Civile" sull'Accessibilità Universale nel settore dell'assistenza ai disabili (già approvato dal Ministero);
 •costruzione di un piccolo sistema (microdistretto) dell'Accessibilità Universale relativo al circuito turistico;
 •Realizzazione di un Concorso Fotografico Nazionale sul tema dell'Accessibilità Universale dal titolo "Cultura e tempo libero: una provincia accessibile"
 
www.provincia.pescara.it

 
CATEGORIA “MIGLIOR STRUTTURA RICETTIVA E DI RISTORAZIONE”

Natural village

Il progetto "Natural Village" è stato concepito pensando ai problemi della natura, l'ecologia, l'abbatimento di barriere architettoniche.
 
Il progetto ha voluto recuperare un'area paludosa di mq 60.000 abbandonata, dismessa e a rischio idrico, per realizzare un villaggio turistico 4 stelle composto da 275 bungalow, reception, bar,bazar, bottega dei sapori, teatro, ristorante, miniclub e spiaggia privata in  un complesso realizzato in bioarchitettura in legno: da qui il nome "Natural Village".
 
L'obiettivo era quello di dimostrare che è possibile fare business prestando attenzione alla natura, all'ambiente e soprattutto far vivere anche alle persone diversamente abili. L'obiettivo era quello di garantire la possibilità di una "vacanza per tutti". Proprio per far fronte a questo tipo di clientela tutta la struttura è stata realizzata in piano con passaggi e camminamenti che permettono ai diversamente abili di muoversi in piena autonomia su tutta la superficie del villaggi. Sono stati realizzati 12 bungalow completamente attrezzati per i disabili, che possono usufruire di tutti i servizi , reception, bar, ristorante, bazar, bottega dei sapori e soprattutto possono arrivare direttamente in spiaggia.
 
Postazioni facilmente accessibili e passerelle che raggiungono direttamente in mare sono state concepite per lasciare l'autonomia più totale ai diversamente abili. Per i disabili motori sono state  messe a disposizione delle speciali carrozzine che permettono alla persona di entrare direttamente in acqua. Le passerelle inoltre sono presenti anche su tutta la spiaggia per permettere di raggiungere a chiunque anche la piscina della vicina struttura del Bababeach.
 
Anche le cabine telefoniche sono state posizionate ad un'altezza tale che il disabile può sfruttarle autonomamente, come naturalmente i parcheggi riservati posti nelle vicinanze dei bungalow. Il disabile può circolare liberamente ed autonomamente nella struttura.
 
"Natural Village" collabora ormai da diversi anni con la vicina struttura di riabilitazione "S. Stefano" (ospitando gli atleti della squadra di pallacanestro in carrozzina), con le UNITARSI di tutta Italia, e i più importanti tour operator d'Europa.
 
www.naturalvillageclub.com

CATEGORIA “MIGLIOR MUSEO”

Museo Stradivariano: percorso di visita dedicato ai non vedenti

Il progetto prevede l'allestimento di un percorso all'interno dello spazio espositivo e didattico del "Museo Stradivariano". Il percorso comprende segnaletica orientativa a pianta e didascalia a caratteri braille; nove vetrine espositive con didascalia in braille; apparecchiatura CD di riproduzione dei suoni dei diversi strumenti ad arco; attrezzatura walk assistant di audio guida; catalogo in braille del Museo Stradivariano.
 
Museo Stradivario di Cremona


    


 

joomla wellnessLorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s...